Biografia

Massimiliano Finazzer Flory (Monfalcone, 17 giugno 1964) è un attore, drammaturgo e regista teatrale. Vive e lavora tra Milano e New York.

2000 – 2004

Esordisce a Venezia in ambito teatrale come autore prima con Il Mito e la Donna a cui segue Il Mito e l’Uomo a Palazzo Ca’ Rezzonico e alla Fondazione Giorgio Cini con letture sceniche dedicate ai miti greci, Orfeo, Sisifo, Narciso, Antigone, Fedra, Medea.
Ha ideato in Sicilia il programma televisivo con Rai Educational Il Mito e la Donna presso il Castello di Donna Fugata, Ragusa e Il Mito e l’Uomo presso lo Spasimo a Palermo.
Nel 2002, per le sue attività a Milano, viene premiato dal prof. Umberto Eco, presidente Comitato scientifico del premio medesimo come vincitore del Premio Speciale “PREMIO CENACOLO Editoria e Innovazione” indetto da Assolombarda, con la motivazione: un modello di eccellenza e di integrazione tra produzione culturale e strategie di comunicazione.
Per nove edizioni, dal 2000 al 2008, alla libreria Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, è ideatore e conduttore di Cultura in Galleria, rassegna culturale in cui vengono presentate e discusse le più importanti novità editoriali in campo filosofico, letterario, saggistico.

Oltre all’ideazione de  La parola contesa tra filosofia e scienza (tre edizioni), in collaborazione con il Teatro Eliseo di Roma, a cui hanno preso parte i più importanti esponenti del pensiero filosofico e scientifico contemporaneo, dal 2004 è regista, presso la Galleria Nazionale di Arte Antica in Palazzo Barberini, a Roma, della rassegna da lui diretta Il Gioco serio dell’Arte.

Ha curato la prima regia della Notte Bianca della cultura a Sabbioneta e Milano per due anni con grande successo di pubblico.

Dal 2004 al 2008 con il progetto A passo d’uomo, per la prima volta, presso il Duomo di Milano, conduce i grandi dialoghi che pongono a diretto confronto il pensiero laico e cristiano su temi di teologia insieme agli intellettuali più prestigiosi del nostro tempo come Gianfranco Ravasi, Raimon Panikkar, Massimo Cacciari, Emanuele Severino, Giovanni Reale e molti altri.
Per alcuni incontri sono stati realizzati gli speciali di RaiSat Extra. Per San Paolo Edizioni è stata pubblicata un’omonima collana che raccoglie gli atti dei convegni.

2005 – 2006

Debutta al Piccolo Teatro Studio di Milano con lo spettacolo L’altro viaggio di Rainer Maria Rilke, al Teatro Eliseo di Roma e al Teatro Arsenale di Venezia. Poi è in Francia a Parigi e in Svizzera e mette in scena per diversi mesi nei più importanti siti culturali d’Italia la lettura scenica dell’Eneide, con il progetto In viaggio con Virgilio.

2007 – 2008

Allestisce Lo specchio di Borges, un lavoro internazionale, con musiche di Astor Piazzolla eseguite dal quintetto Neofonia Ensemble, è rappresentato a Ginevra, Parigi, Madrid e Buenos Aires, Roma, Milano.

L’orecchio di Beethoven spettacolo-biografia incentrato sulla figura del compositore tedesco con l’accompagnamento del Quartetto d’archi del Teatro alla Scala, è rappresentato, tra le molte sedi, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, al Conservatorio Verdi di Torino, al Festival Mittelfest.

La Fondazione Rotary del Rotary International gli attribuisce il Paul Harris Fellow in segno di apprezzamento e riconoscenza per il suo tangibile e significativo apporto nel promuovere una miglior comprensione reciproca e amichevoli relazioni fra i popoli di tutto il mondo.

Il 7 dicembre 2007 gli viene conferita dalle autorità del Comune di Milano la Medaglia d’Oro di Benemerenza Civica Ambrogino d’Oro con la seguente motivazione: “in qualità di saggista, autore di teatro, editorialista e curatore di rassegne culturali ha fatto di Milano, in questi anni, il centro di una serie di eventi che coniugano partecipazione popolare e qualità di contenuto”.

Realizza per RaiSat Extra, lo spettacolo Vita a Credito, ispirato a una ri-lettura dell’identità culturale e letteraria europea, attraverso quattro dei suoi maggiori interpreti: Miguel de Cervantes, Fëdor Dostoevskji, Marcel Proust e Franz Kafka.

Dirige tre collane editoriali con ETAS, San Paolo Edizioni, Skira Editore.
Collabora con il Corriere della Sera.

Tra le sue pubblicazioni: Altri Conformismi (Marsilio Editori, Venezia 2005); La parola contesa tra filosofia e scienza (Baldini Castoldi Dalai Editore, Milano 2005); Dove fede e ragione si incontrano? (San Paolo Edizioni, Milano 2006); La parola contesa tra filosofia e scienza 2006 (Il Mulino, Bologna 2006); Omaggio ai Navigli e Monte Napoleone (Skira Editore, Milano 2007); Le parole di Paolo (San Paolo Edizioni, Milano 2007); Dov’è la famiglia? (San Paolo Edizioni, Milano 2008); Il gioco serio dell’Arte (BUR, Milano 2008); Cittàteatro (Moretti&Vitali, Bergamo 2008).

Nel novembre 2008 gli viene assegnato a Verona il Premio Nazionale di Poesia Lorenzo Montano per il suo Trittico sulla parola.

Il 30 ottobre 2008 è nominato Assessore alla Cultura del Comune di Milano, ricoprendo questo ruolo fino al 30 maggio 2011.

2009 – 2010

Nell’anno 2009/2010, in cui si è festeggiato il centenario dalla nascita del Futurismo, si è fatto promotore – da New York a Tel Aviv, da Vilnius a Tokyo – della storia della Milano futurista.

Nel luglio 2010 debutta al Festival dei Due Mondi di Spoleto con Il tempo di Gustav Mahler, spettacolo teatrale dedicato al compositore boemo. Seguono riprese al Teatro Petruzzelli di Bari, al Maggio Musicale Fiorentino, al Teatro Goldoni di Venezia, al Piccolo Teatro di Milano e al Teatro San Carlo di Napoli.

Gli viene conferito a Milano il Premio della Cultura nell’ambito del Premio delle Arti – XXII Edizione per “la preziosa politica culturale riferita proprio all’attività museale, orientata a gestire, servire e indicare; giacché con linee guida si è mosso per accogliere e sviluppare consapevoli processi comunicativi, e campionare i tiranti della gestione creativa internazionale”.

Per i 150 anni dell’Unità d’Italia dirige e interpreta I Promessi Sposi da Alessandro Manzoni con una riduzione drammaturgica in forma di monologo. Dal 2010 al 2014 lo spettacolo è stato messo in scena in quattro continenti e in oltre 20 Paesi tra Europa, America, Asia e Australia. In prestigiosi teatri come il Lincoln Center di New York, il Kennedy Center di Washington, il NIDA di Sydney e il QPAC – Queensland Performing Arts Centre di Brisbane.
Inoltre, fra il 2012 e il 2014 è stato presentato in contesti scenici di enorme valore storico-architettonico e simbolico: il Duomo di Milano, la Chiesa di San Marco, sempre a Milano, e a Capri, la Chiesetta di Sant’Anna e l’ex Cattedrale di Santo Stefano.

Nel giugno 2011, in occasione della rappresentazione dei Promessi Sposi in Florida al Colony Theatre di Miami Beach, riceve un’onorificenza dal sindaco della città, per la diffusione della cultura italiana per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

2011 – 2013

Rappresenta l’Italia negli Stati Uniti nell’ambito del “2013 – Anno della Cultura Italiana negli USA” promosso dai governi dei due rispettivi Paesi.
Lo spettacolo teatrale Pinocchio. Storia di un burattino da Carlo Collodi è inserito nel programma ufficiale del Ministero degli Affari Esteri, come progetto teatrale diffuso nelle più importanti città, con 18 rappresentazioni in 15 Stati Americani.
Segue una tournée in Cina e Giappone in ben 15 città.

Gli viene conferito in Toscana il Premio Lions Pinocchio di Collodi 2013 per il suo contributo alla valorizzazione e promozione della figura di Pinocchio nel mondo.

2014 – 2015

Nel febbraio del 2014 riscuote grande successo di pubblico al Piccolo Teatro di Milano con gran Serata Futurista in scena poi con un tour da maggio a giugno 2014 in 10 Stati degli USA.

Nel 2014 a partire da giugno in Italia rappresenta con In viaggio con Alessandro Manzoni il teatro in biblioteca, in ogni regione italiana al fine di valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, la Direzione Generale per le Biblioteche, con oltre 40 spettacoli.

Realizza in giugno un cortometraggio in esclusiva per Acqua di Parma sul tema della rosa: un’antologia dedicata al fiore più nobile, da Francesco d’Assisi a Rainer Maria Rilke.

Nel mese di luglio dello stesso anno ha diretto a Capri il primo Festival di Performing Arts nell’ambito di un progetto quadriennale che lo vede da anni impegnato sull’isola a promuovere la cultura e il territorio.

Nel mese di agosto gira il suo primo film interamente a New York, tra Manhattan e Brooklyn, dedicato alla storia del Futurismo italiano ri-ambientata in USA.

Nel 2015, la sua prossima opera teatrale s’intitola “Essere Leonardo da Vinci intervista impossibile” ovvero la biografia del genio, artista e scienziato Leonardo da Vinci. E’ stato presentato in anteprima a Londra (2012) in occasione della mostra “Leonardo da Vinci. Painter at the court of Milan” (Londra, National Gallery).
Questo suo nuovo lavoro verrà allestito in febbraio in Giappone, in marzo e aprile in USA, da maggio a ottobre in Italia a Milano.

2015 – 2016

Il suo spettacolo teatrale “Essere Leonardo da Vinci: un’intervista impossibile” è stato rappresentato in anteprima a Londra (2012), in occasione della mostra “Leonardo da Vinci pittore alla corte di Milano. E’ stato in scena a Milano per tutta la durata di EXPO 2015 e tra i luoghi più prestigiosi al  Teatro la Fenice di Venezia, alla Morgan Library di New York, al  Kennedy Center di Washington, all’American Conservatory Theater di San Francisco, al Teatro dell’Ermitage di San Pietroburgo, al Petit Palis di Parigi e al Globe presso il CERN di Ginevra.

La tournée proseguirà fino al 2019, le prossime rappresentazioni all’estero saranno in Giappone: Tokyo, Osaka e Kyoto, e in Francia a Clos Lucé – Amboise.